Archivio tag: Duomo

PIENZA NASCOSTA

locandinaMOSTRA FOTOGRAFICA

PIENZA

NASCOSTA

Immagini di luoghi sconosciuti nelle architetture pientine

PIENZA (SI) – PALAZZO PICCOLOMINI

23 DICEMBRE 2014 – 6 GENNAIO 2015

Nel trentesimo anniversario della nascita del Gruppo Fotografico Pientino la tradizionale Mostra di Natale ha come oggetto immagini della Pienza “nascosta”. Abbiamo cercato di raccontare luoghi che, pur facendo parte del complesso architettonico cittadino, sono difficilmente visibili o visitabili e che pertanto restano sconosciuti ai più. Tra i soggetti scelti vengono proposti anche due luoghi che il Gruppo aveva già “immortalato” con proprie mostre nel 1997 (Le Gallerie del Duomo di Pienza) e nel 1998 (Il Romitorio) ma che meritano di essere riproposti insieme ad altri soggetti inediti. Tra questi spiccano sia le volte del Duomo – con le inaspettate strutture lignee di supporto alle sottostanti volte a crociera – sia le cantine di Palazzo Piccolomini, aperte ai pientini fino agli anni Settanta ma oggi pressochè dimenticate. Di particolare suggestione è l’affaccio che da esse si gode sul grande e profondo cilindro del pozzo di Piazza PIO II. Anche le immagini delle sottostrutture del Giardino Pensile dello stesso palazzo tornano, dopo la mostra di architettura del 2001, con nuovi scatti. Seguono foto inedite dell’interno del deposito dell’acquedotto pubblico e della torre comunale dell’orologio.
Accompagna la mostra il catalogo delle immagini, integrato con brevi descrizioni dei luoghi e alcune immagini aggiuntive che non hanno trovato posto nelle sale espositive.
Il Gruppo ringrazia tutti gli Enti che hanno permesso l’accesso alle strutture fotografate; in particolare la Società Esecutori di Pie Disposizioni in Siena, proprietaria di Palazzo Piccolomini (che ha concesso anche le sale espositive), la Fabbriceria della Chiesa Cattedrale di Pienza, la famiglia Moricciani per il Romitorio, l’Acquedotto del Fiora Spa, il Comune di Pienza.
Si ringraziano altresì la Banca Cras – Credito Cooperativo di Chianciano Terme-Costa Etrusca-Sovicille, la Fondazione Conservatorio San Carlo Borromeo ed il Comune di Pienza per il costante supporto economico dato all’intera attività del Gruppo, nonché tutti i soci sostenitori.

La mostra, ad ingresso gratuito, seguirà gli orari di apertura del Palazzo Piccolomini (da MARTEDI’ a DOMENICA 10,00-16,30 – Chiuso tutti i LUNEDI’. Il 25 Dicembre ed il 1 Gennaio apertura 14,00-18,00). Durante l’apertura sarà possibile acquistare i volumi editi dal Gruppo nel corso degli anni.

Scala interna al deposito dell'acqua pubblica

Scala interna al deposito dell’acqua pubblica

Torre dell'orologio, interno

Torre dell’orologio, interno

Volte del duomo, navata centrale

Volte del duomo, navata centrale

LE GALLERIE DEL DUOMO (1997)

web2Questa mostra fotografica ha lo scopo di far conoscere un aspetto del Duomo di Pienza che di solito rimane del tutto nascosto e ignoto (1997).

A giudizio di molti, se ancora oggi possiamo ammirare ciò che ha prodotto la volontà di un Papa umanista come PIO II, è dovuto soprattutto a quel lavoro duro, pericoloso e ingrato quanto umile, che alcune decine di persone hanno condotto a partire dal 1911 e, con alterne vicende, fino al 1934, realizzando le SOTTOFONDAZIONI del Duomo e visibile oggi come un complesso sistema di gallerie che . Fra quanti hanno partecipato ai lavori, ricordiamo per tutti il sig. Garosi Marsilio, il quale poi rimase unico ed affezionato custode delle gallerie fino agli ultimi anni settanta.

La grandiosità dell’opera può essere tanto più apprezzata, quanto più si tenga conto della modestia e scarsità di mezzi all’epoca in cui fu realizzata. Tale intervento ha infatti avuto il non trascurabile merito di migliorare notevolmente la salute del monumento, che alla fine del secolo scorso sembrava irrimediabilmente compromessa. Notevole fu anche lo sforzo compiuto dallo Stato Italiano, se si pensa che i lavori della prima fase furono continuati anche in un periodo in cui la Nazione era impegnata nella “Grande Guerra”. I documenti fotografici esposti consentono di stabilire un confronto tra le condizioni in cui si trovava il Duomo prima dei lavori e quelle in cui si trova oggi, ma soprattutto di mostrare la sua attuale “estensione” sotterranea sulla quale, appunto, si intende richiamare l’attenzione di tutti.

Gli operai nel cantiere delle sottofondazioni del Duomo di Pienza

Gli operai nel cantiere delle sottofondazioni del Duomo di Pienza